COME NASCE IL BLOG

Blablababyblog nasce da una necessità personale di tempo e di spazio. Leggendo i post "perché questo blog" capirete cosa mi ha spinta a lasciare il lavoro, dove all'inizio mi sentivo totalmente realizzata ed appagata,  per dedicarmi a questa nuova avventura.
Forse questa nuova vita nasce da un fallimento, da una sconfitta, da una consapevolezza.
Ho cercato di conciliare vita, lavoro e figli. Non ce l'ho fatta. Non sono riuscita a sottostare ai compromessi che il tran tran quotidiano mi imponeva. Era un problema mio: tante mamme riescono a tenere tutti i birilli in aria. Molte perchè riescono a vivere con i compromessi, altre perchè fanno un lavoro che gli permette di avere del tempo per la famiglia, altre perchè devono farlo e non hanno scappatoie, altre perchè si sentono più soddisfatte sul lavoro che in casa; non so, mi aiuterete voi con le vostre esperienze a capire il ruolo di mamma oggi.
 Io non ho resistito a  ribellarmi a una condizione lavorativa che trovavo inappropriata: era troppa la voglia di dare un esempio, di dire no, di rimettermi in gioco. Faccio moltissima fatica a non fare valere i miei diritti, a tacere davanti alle ingiustizie, a non essere - purtroppo - impulsiva! Questo è sempre stato il mio modo di vivere la vita: da bambina, da studentessa e da lavoratrice. Obiettivi da raggiungere, ostacoli da superare. Poi è arrivato mio figlio e tutto è cambiato. Il mio mondo si è ribaltato, le priorità sono cambiate, sono cambiata io come donna, o forse la maternità ha scoperto la mia parte più vulnerabile, lasciandomi a volte nuda davanti al mondo. Ci ho messo un po' a capirmi ed ora sono consapevole della nuova me stessa, che spero sarà migliore della precedente!

Ho scoperto che stare a casa con un bambino e uno in arrivo non è come molti se lo immaginano! Spesso tanti amici mi dicono "Beata te che non hai niente da fare", frase che spesso ripetevo anche io a mia madre ed ora le chiedo scusa perchè capisco la fatica che ha fatto! Sfiderei queste persone a stare 1 giorno intero a tenere i miei ritmi! E' vero, in alcuni momenti ho anche tempo di respirare, ma il resto della giornata, dalle 8,00 alle 21,30 sono in piena attività lavorativa! Tutti i giorni della mia vita, week end e Feste comprese! Gli altri almeno un po' di vacanza se la prendono!

Avendo la necessità di tenere la testa occupata non solo su mio figlio, non potendo chiedere il part-time in ufficio, non trovando altri lavori adatti a me (ho lavorato sempre nella moda e vi assicuro che non è il mondo migliore per una mamma che ha bisogno di tempo e spazio per la famiglia) ecco l'idea di un blog. Per fortuna nell'ultimo anno lavorativo sono stata mandata a Pitti Bimbo in rappresentanza e ho scoperto un mondo nuovo! Ero convinta che la moda dei bambini fosse un'aberrazione fatta di piccole Miss Italia in boccoli dorati che si aggirano vestite da principesse e in pose adolescenziali su cartelloni pubblicitari. Stereotipi stupidi e ottusi dettati dall'ignoranza! Sicuramente queste realtà esistono: i poveri bambini costretti ad atteggiarsi come star ci sono davvero, li ho visti! Maschietti ammiccanti in jeans a vita bassa che approcciano bambine truccate come Moira Orfei...non fanno per me! Ma ci sono tantissimi piccoli marchi, delicati, studiati nei minimi dettagli, curati ed amorevolmente accuditi dai loro creatori come fossero i loro bebè; chicche introvabili nei negozi comuni. Io mi batto per loro! Mi batto per la cura e l'amore che ancora si trova in piccole realtà, in piccoli mondi che magari nascono solo sul web per necessità di costi.
Quindi in questo blog troverete suggerimenti su prodotti che potrete visualizzare e spesso comprare online. Marchi italiani e stranieri, prodotti bio, tessuti ricercati, arredamenti particolari. Tutto all'insegna della praticità, mettendo al bando le leziosità. Trovo che un bambino debba vestire comodo, vivere in un ambiente adatto a lui, giocare con giochi educativi. Niente scomodi vestitini che imbalsamano i bambini come fossero manichini, niente camerette dall'arredamento asettico o esagerato che piacciono solo alle mamme ma anche no alle quelle standardizzate con soppalchi e letti customizzati nei temi degli ultimi famosi cartoon. Si alle pareti ricche di disegni fatti dai propri figli, ai cuscini scelti da loro nei colori più improbabili, ai cesti pieni di giocattoli che fanno dispdìrdine ma tanta allegria.
Articoli per bambini pratici per loro ma anche belli per le mamme. Suggerimenti a volte poco eleganti ma molto utili, dettati dall'esperienza personale e da quella condivisa con altre mamme, di ieri e di oggi.
Non mancheranno i marchi più conosciuti ma che io amo e che compro abitualmente. Difficilmente però troverete le linee baby o junior dei grandi marchi di moda, se non per citare prodotti particolari con storie uniche.
Chiaramente tutto si rifà al mio gusto, quindi potrete essere d'accordo o no con me. Accetto suggerimenti, idee, segnalazioni: aiuteranno a tenere vivo questo blog!

Oltre alla parte arredamento, speciosità, abbigliamento, idee regalo a altri post, troverete parti dedicate alle esperienze personali. Non me ne vogliano gli uomini e i papà! Il tutto è fatto con tanta ironia e nessuna cattiveria. Ammetto che un argomento che accomuna noi mamme è il parlare male di voi! Ci fa sentire unite e comprese, ma senza di voi non saremmo quel che siamo e saremmo meno capaci di ridere del quotidiano.



Buona lettura.