giovedì 18 dicembre 2014

IN FAMIGLIA

Mi manca questo blog, mi manca scrivere, di me, della mia famiglia, dei miei figli.
Ma HipMums prende tutta me stessa, o almeno quella piccola parte che non viene trangugiata dai miei figli!
Sono fiera del nostro e-commerce, di come si sviluppa, di come cresce.
Ma ho bisogno del mio sfogo che su questo blog trova ampio spazio.
Quindi, Maria permettendo, vedrò di aggiornare il mio stato d'animo e di riassumere ciò che in questi mesi è successo.

Prima di tutto ovviamente Maria è al nido, quindi una settimana si e una no è malata!
Ma questo si sapeva!
Stanotte alle 3,45 bella serena mi ha chiesto il latte. Poi una favola, poi di giocare. Ovviamente non è stata accontentata in niente e si è riaddormentata sopra di me in posizione yoga "verme storto" (cioè con schiena appoggiata su tre bambole, gamba penzoloni dal letto, collo piegato a squadra, mani formicolanti e braccia immobilizzate).

ma a parte questo devo dire che i miei figli ne hanno inanellate parecchie ultimamente.

Tommi
Amore che bello che oggi avete il concerto di Natale....vorrei vederelo anche io (e dieci minuti a parlare di 'sto cacchio di concerto)
Lui annuisce sereno
arriviamo a scuola: Scusi, a che ora è il concerto?
Ma Signora, il concerto è stato ieri
Ah....appunto. Tommi non te ne eri accorto o aspettavi Pasqua per dirmelo?
Mamma non mi è venuto in mente

Morale: ho partorito un figlio cervellotico, che esegue operazioni matematiche folli, che gioca a scacchi, che sa numeri anche in lettere romane, che scrive in corsivo correttamente e legge meglio di me, ma che non sa aprire uno Yomino, un Kinder cereali o una bottiglietta d'acqua; che non sa mettersi le calze, che si infila le mutande al rovescio, ma soprattutto che non si accorge che c'è stato un concerto?
Testa tra le nuvole o menegreghismo totale?

Tommi scusa i nani sono Dotto, Brontolo, Eolo, Gongolo, Pisolo, Mammolo, Cucciolo
Mamma hai dimenticato MIGNOLO
Appunto.

Fa Capoeira, scacchi, judo e piscina (quando ha voglia, cioè mai). A casa mi tocca fare la mossa della forbice (la Cesora), farmi massacrare a scacchi (mai giocato in vita mia) e improvvisare notizie inventate su GIRO ROKANO che credo sia JIGORO KANO, judoka fondatore di questa disciplina. Conosce a memoria "La leva calcistica dellla Classe '68" di Francesco De Gregori e "Coccodrilli" di Bersani.

Sto imparando le meraviglie del mondo leggendo ossessivamente assieme a lui un libro a loro dedicato, ho scoperto che Plutone non è più un pianeta e so che accanto c'è ERIS, rispondo a domande di religione, rileggo i grandi classici in versione Geronimo Stilton; conosco gli strumenti brasiliani (il Birimbao, la SciSci, pandeiro e altri.....),  il cavallo si muove a L e l'alfiere in diagonale, le vie accanto alla sua scuola hanno solo nomi di garibaldini(Mamma ma chi era Garibaldi?). 
Guardo i suoi lavori di scuola e mi commuovo.

E sono ogni giorno più innamorata di lui, del suo essere etereo sulle nuvole, della sua disciplina e della sua passione per la conoscenza.

MARIA
Nella piena fase dei PERCHE'???? che tutte noi ricordiamo come un incubo, fortunatamente smette di chiedere alla risposta Perchè due non fa tre....mi guarda stranita e poi torna a giocare. Tommi non si è mai fatto intortare così banalmente!
Però lei si veste da sola, a momenti fa il nodo alle scarpe, allaccia una cintura, conta correttamente in italiano e in inglese fino a 10, sa quello che vuole, apre i Baby Bell da sola, i Kinder Cereali e sa usare le forbici. Canta, balla sulle punte, gioca a nascondino e il suo miglior rifugio è il passeggino, sotto la plastica antipioggia (che l'ultima  volta ci abbiamo messo così tanto tempo a trovarla che la stavamo dando per dispersa), si innamora come un'adolescente (specialmente degli amici di Tommi), è prepotente e manesca. Ti ammalia con lo sguardo e ti mena come un fabbro. Si aggrappa ai capelli. Denuda tutte le bambole. Fa il bagno con Barbie ma non l'asciuga mai e la lascia marcire sul bordo della vasca.
Maria è una femmina fatta e finita, vestita da maschio ma con accenti femminili. Ama Sponge Bob ma vuole toccare le tette a Barbie. Sostiene che papà ha più seno di mamma (ed è vero), che la sua pancia è ENORME ( ed è vero), che nella sua pancia c'è un bambino,  che è bello mettersi lo smalto con il pennarello, che il bagno non è sempre necessario, che stare scalzi è più divertente, che distruggere le maniacali costruzioni di Lego di suo fratello sia una soddisfazione rara, che il vasino non si usa ma solo il waterino, che ruttare sia chic, che quando si fa la cacca bisogna fare un  ballo tribale urlando dalla gioia, che i suoi capelli (anche se sembrano quelli dei Bee Hive) non si toccano, che "più rosa è meglio è", che a Natale si chiedono l'aspirapolvere/le scope e il ferro da stiro, che un tutù verde è il capo più pazzesco del mondo.
L'adoro perchè, schiava di HipMums come me, appena vede un sacchetto con dei vestiti li prende, li appoggia  a terra, prende il mio telefono, li fotografa, li ripiega e li rimette nel sacchetto!

Insomma un concentrato di femminilità, prepotenza, dolcezza e fisicità che la renderà una donna tosta e un po' rompipalle.

Questi sono loro, i miei figli, dopo tanto tempo che non scrivevo.
E cavolo, tutti i post it con le minchiate che hanno detto negli ultimi mesi sono andati persi. Ma credo di aver reso l'idea!


Nessun commento:

Posta un commento