martedì 11 marzo 2014

TROFEI - SETTIMANA BIANCA PARTE SESTA E ULTIMA

Come tutti gli anni, al termine della settimana bianca si svolge la "garetta" sulle piste dei bambini che hanno partecipato alla scuola collettiva,a Madonna di Campiglio/Campo Carlo Magno.

La prima gara a fine settimana è andata bene. Terzo posto. Medaglia di bronzo. Un po' di amarezza perchè voleva la coppa (come aveva vinto l'anno precedente) ma ce la siamo cavata dicendogli che alla gara dopo sarebbe magari andato meglio.

Passa una settimana. Sci mandati a sistemare per maggiorare la velocità e la presa sul ghiaccio (C'era sole da 3 giorni ma non importa)
Giovedì sera pre gara, sento mio marito che spiega cose strane a Tommi.
E: Hai capito? Queste sono le porte, allora tu la curva devi farla prima, non in prossimità della porta, così tagli e vai più veloce, capito? Così sei più preciso e non perdi terreno
T: Ooookkkkk (guardando SpongeBob)
E: Ma davvero hai capito topolino?
T: Siiiii, ti ho detto di si.

Io, basita, allungo l'occhio e trovo sul tavolo questo:
A: scusa Edo ma questo?
E: Niente niente
A: no scusa, prima mi dici che deve imparare a perdere, che certe lezioni nella vita servono, che l'importante è la passione per lo sci e sciare con consapevolezza e prudenza***
che si deve fare la gara ma perchè bisogna vivere di sana competitività senza esagerare e poi? Sciolina, schemi di allenamento che nemmeno ai mondiali vedo....?
E: ma no, era solo un modo per incentivarlo e invogliarlo alla gara....e sì, a fargli magari guadagnare il podio
A: scusa ma tu hai mai fatto "pali"?
E: no
A: allora che cavolo gli insegni? Magari tutto sbagliato!
E: ma va dai, tutti sanno fare pali
A: io ovviamente no e di certo non imparerei dai tuoi schemi ma ok. Tu sei il papà e tu sai sciare a differenza mia che sono un cane!

GIORNO DELLA GARA:
Tommi scende benissimo, veloce ma cauto,  non sbaglia le porte, non si fa distrarre. Tutti soddisfatti!

PREMIAZIONE:
FB (cugino, prima volta sugli sci) Primo posto - coppa!
GB (cugina, seconda volta sugli sci) Primo posto - coppa!
LV (cugina, prima volta sugli sci) Primo posto - coppa!

Tommi P....OHHHHHHHHHHHHH
settimo posto ( su sette)
OLE'!

Lui non capisce. Pensa di essere arrivato secondo e mezzo (ehhh?) e di aver ricevuto due medaglie (una era un burrocacao attaccato ad un cordino!), una per lo sci e una per lo snowboard.
Lasciamolo convinto così.


Un po' realizza, vedendo i cugini brandire tre enormi coppe in simil oro...ma tace.
Noi una valle di tristezza, specialmente il suo coach.

Il giorno dopo, prima di partire, la maestra impietosita decide di dare una coppa privata a Tommi quale unico pupetto a fare sci e snow. La coppa dell'IMPEGNO. Perchè lui è un bimbo che si impegna, ed è vero. Lui orgoglioso sfoggia la sua "Coppa dell'Impegnamento". Svangata così la delusione si torna a Milano soddisfatti e sereni!


Se volete un coach sciistico.....lasciate perdere Edo!

***Ci tengo a scrivere queste poche righe in più che tolgono comicità al post ma che infatti di comico non hanno nulla. Ho aspettato a scriverlo perchè avevo paura di sorridere su di uno sport che dopo ciò che è accaduto a Gressoney ha ben poco di cui sorridere. 
Sciare con consapevolezza e prudenza. Ha ragione mio marito. Chissenefrega delle gare, della velocità, delle coppe e delle medaglie.
Quello che è successo è spaventoso e sconvolge tutti noi, specialmente noi mamme che mandiamo sorridenti e fiduciose i nostri piccoletti a sciare.
Prudenza e competenza. Mio marito mi ha insegnato a fermarmi ai cambi di pendenza, a dare la precedenza, a essere prudente, a lasciar passare i grupponi di sciatori e snowboarder infervorati ed aspettare a bordo pista lo spazio necessario a sciare in sicurezza. Lo ha insegnato a me e lo insegna a Tommaso.
Il mio pensiero va ai genitori della piccola bambina. Non è giusto, non lo è. No.

Nessun commento:

Posta un commento