martedì 25 marzo 2014

AFFRONTO MATERNO

Questa mattina mi sono proprio girate le balle, come si dice a Milano.
E che cavolo. 
Vogliamo sfatare questo mito che chi fa la mamma non fa un caxxo nella vita?
Allora voi, ometti del cavolo, piccoli lavoratori dei miei stivali e mamme lavoratrici sempre con il dito puntato perchè vi sentite le migliori, fatevi una bella giornata con me e con i miei bambini. Poi se volete ne riparliamo.

La scorsa notte Maria ha pianto tenendomi sveglia per 3 ore di seguito, anzi peggio, appena mi riaddormentavo si risvegliava lei. Lasciamo perdere l'aiuto di mio marito. Appena lo vedeva: MAMMMMAAA....e via, eccomi.

Ore 7,50 mi alzo. Tutti dormono data la nottataccia passata.
Mi lavo, mi vesto, sveglio Tommi, si sveglia Maria. Colazione. Asilo l'uno, casa l'altra.
Ormai 9,30 incontro per strada un mio adorabile "conoscente" (dico adorabile perchè è vero, io l'ho sempre trovato simpatico. A parte stamattina).
Ciao!
Ciaooooo! Che  ci fai qui???
Eh ho lasciato Tommi qui dietro all'asilo
Ahh, e ora?
Ora corro da Toys a prendere Dottoressa peluche
Ah. Bè, ti lascio che mi sembri proprio IMPEGNATISSIMA....prrrrrrrr!!!!

Allora, prima di tutto consideriamo il fatto che se io ho le occhiaie è perchè non ho dormito un caxxo e se ce le hai tu è perchè hai fatto festa fino alle quattro del mattino. Che sì, è vero, sono abbronzata, ma la settimana bianca di una mamma è una lotta alla sopravvivenza non sette giorni alle terme di Saturnia in solitudine. Che ok, sto andando a comprare dottoressa peluche: non me ne vergogno, La fidanzata di Tommi compirà gli anni a breve e questo è il suo desiderio e dato che Toy's center è nei dintroni ed ho esattamente 20 minuti prima di dover rientrare a casa, ne approfitto, così compro anche i pannolini Easy Up che trovo solo lì ad una cifra "umana" e il regalo per Franci che fa la festa il 12 e Sdentato cucciolo che mia nipote tanto vuole.
Quindi si tesoro, sono impegnatissima. Perchè tu non sapresti nemmeno destreggiarti in quel mondo di mostri, fatine, Uova di Pasqua, DVD, CD, giochi in scatola, articoli per l'infanzia. E invece di 7 minuti e 32 secondi come ci ho messo io, avresti impiegato un'ora almeno e avresti chiamato qualche tua amica "mamma" per ricevere aiuto.
Io sono occupatissima perchè dopo Toys corro a casa parlando al telefono con un video maker per il mio nuovo progetto e come una pazza passeggio al telefono davanti alla panetteria dove poi finalmente riesco ad entrare e a  comprare il pane perchè tutti in casa hanno quel brutto vizio di mangiare mentre tu magari stasera alle 20,30 ti ordini un bel sushi e chissenefrega.
Poi corro  a fare la spesa (per lo stesso motivo sopra detto), recupero Maria e vado al parco attaccata ai miei auricolari, parlando al telefono con il fotografo, con una mia socia, facendo fare lo scivolo e la "din don" alla Budi, scavando buche nei sassi lerci del parco, facendo le scale di pietra almeno 15 volte per poi, con l'aiuto di mio padre, tornare a casa, farla mangiare tenerla accoccolata perchè ha mal di denti e sta solo con me. Il tutto con tre ore di sonno sulle spalle. 
Poi, dopo averla messa a letto, mica mi sdraio a dormicchiare, cosa che tutti pensano di noi mamme non lavoratrici.
Stresso le mie socie con mille mail, contatto persone chiedendo gratis servizi che fanno a pagamento, controllo la mail, Facebook, smanetto shopify e cerco di conseguenza una guida perchè non capisco un tubo, scrivo una mail alle mamme dell'asilo, poi mi metto a scrivere un post sull'arredamento scandinavo e questo caxxo di post di odio e rancore che proprio ci vuole. 
Io sono molto indaffarata? In tono sarcastico? Tu, che ti sarai fatto una pausa pranzo di un'ora e e mezza contro di me che ancora (ore 15,30 esatte) non ho ancora nemmeno bevuto un bicchier d'acqua? Tu che avrai si certo lavorato ma anche chiacchierato con i tuoi colleghi, fatto battute, riso; mentre io ho parlato telegraficamente con mio marito dei documenti della tata, ho ascoltato i problemi di acne della tata, ho detto a mia suocera di venire alle 15,30 ed è arrivata alle 15,20 quindi ho dovuto pure intrattenere lei e sacrificare Maria (facendola svegliare ante tempore per non dover conversare e finire questo post prima di correre a prendere Tommi all'asilo e riportarlo a casa, dare la merenda a tutti, riattaccarmi al PC per altri lavori.
Ah, è pure andata via la luce e mi devo fare sei piani a piedi.
No.
Tu 
a me
non dici
AH TI LASCIO CHE SEI INDAFFARATISSIMA
ridendo.
Capito?
Anzi:
capito.

Nessun commento:

Posta un commento