lunedì 28 ottobre 2013

IL PIEDE DEL MARITO

L'altra sera, alla fine di un' ennesima giornata infernale in cui 
uno tossisce, 
l'altra starnutisce; 
uno finisce la febbre, 
l'altra comincia; 
litigo e slitigo con la tata; 
penso a cosa cucinare; 
cucino; 
faccio fare una torta a Tommi se no si annoia;
gioco a cucù con Budi che se no si annoia (anche quando ha 39 di febbre),
arriva mio marito con faccia contrita e dice 
STO MALISSSSIIIIMOOOOO
Oddio, cosa è successo?
Non lo so.
Ok ma male come?
Non so, MALE
Ma chi sei Quasimodo? Ungaretti? Meno ermetismo per favore
Guarda, non so, non ho fatto niente ma mi fa male il piede
Ho capito ma così male?
Si non sai quasi MUORO dal male

Immagino.....voi uomini avete nascosto, in qualche parte del cervello, un ampificatore del dolore. 
Un piccolo raffreddore è una broncopolmonite bilaterale a rischio di shock settico; 
una distorsione di solito porta inevitabilmente ad un intervento chirurgico tipo amputazione; 
un mal di pancia è sintomo di pancreatite acuta;
un mal di testa è inevitabilmente meningite; 
un'unghia incarnita rischia di portare un'onicomicosi cronica;
un mal di stomaco equivale a un'ulcera perforata.


Quindi dolorino alla caviglia=unarotturaimmensadipalleperme!!!

Scusa ma se ti fa così male vai a farti vedere.
Nooo ma mi era già successo.
Infatti era successo anche a me
Da dietro la tata: Ma quando? Io non l'ho mai sentita lamentarsi del piede....
Perchè io sono donna e mamma e non è nel mio dna lamentarmi.

Es. Quando mi sono rotta il mignolo del piede (frattura scomposta - il dito era perpendicolare al piede dopo aver sbattuto contro stipite porta - con conseguente anestesia locale per ricomponimento A MANO della frattura, fissazione con stecca e cerotto, riposo assoluto per 3 settimane, TORADOL e via) dopo due gg ero fuori con zoccolone ortopedico a portare a spasso Tommi che aveva 7 mesi.

Ma lui no. Siamo matti? 
Mentre scrivo lui è comodamente adagiato su un divano, con borse del ghiaccio che devo sostituire con solerzia ogni 30 minuti, telecomandi alla mano, Ipad, Iphone con i quali scambia minchiate con gli amici, 3 bottiglie d'acqua (si, perchè a lui piace aprirne una, bere a canna e mollarla lì per poi prenderne un'altra e ripetere lo stesso procedimento...tanto chi porta le casse d'acqua  a casa? Mica lui! Mica la tata! Mica il signore del Carrefour.....Ma io!) e tanta sofferenza negli occhi!

Ovviamente il suo infortunio coincide con: 
Budi malata, quindi notte insonne a cercare di farla dormire; 
Tommi mattiniero (6,45), 
tata incazzata causa discussione giorno prima quindi molto poco collaborativa; mio mal di stomaco che mica posso dichiarare perchè, cosa volete che sia a confronto della sua tendinite; 
week end imminente quindi necessità di sparare la Budi da pediatra (che è dall'altra parte della città, ma io sono senza macchina - ovviamente in possesso dell'infortunato - e quello è davvero un luogo duro da raggiungere anche perchè Budi o è su un seggiolino o altrimenti è una scheggia impazzita e lamentosa in taxi), 
suoceri partiti per week end as usual, 
tata in partenza per Verona causa marito,
miei genitori che devono dare una mano anche a mia sorella che di bimbi ne ha tre (anche se papino si è fatto la sbattimento di recuperare me e la piccoletta dal dottore)
e ovviamente una bellissima giornata, che sogneresti di essere al parco.

Tra una lamentela e un'altra, tra un'imprecazione e una bestemmia, tra la caduta delle stampelle, un "ma la tachipirina crea effetti collaterali pesanti? (Ehhhhh????? ma se la prendono anche i neonati???)", un "mi passi l'acqua, il telecomando etc", prendo Budi, le sparo antibiotico, vesto Tommi da fantasma, mi scapicollo ad una festina, dove mi rilasso due ore lontana da Lui, torno in tempo perchè Budi si svegli nel pieno del pisolino isterica, la riaddormento, preparo la focaccia, il piatto di culatello, di formaggi, apparecchio, sparecchio vesto Tommi per uscire con cugini e scrivo il blog!
Lui ride guardando Boldi sdraiato sul divano.
Poverino, ha la tendinite.
Ah, la tendinite è stata diagnosticata dal receptionist del Gaetano Pini (la prossima volta invece che al Gaetano lo mando al Paolo Pini che forse è più adatto). Sperem.

PS: dimenticavo, Tommi salta, cade, si spiaccica la faccia contro un anello in plastica vinto al Parco (non chiedetemi perchè volesse o indossasse un anello, colpa dei miei genitori e di mia sorella!), sanguina (tre gocce), piange per due ore, urla, vuole il ghiaccio (pure lui), vuole un cerotto (sul labbro??), pretende cuscini, copertina (che il ghiaccio gli ha fatto venire un po' di "scongelamento"), un gelato al limone che non mangia perchè brucia sulla ferita, un Polaretto alla fragola, dei grissini e Il Treno dei Dinosauri alla TV.
L'ho detto, è scritto nel loro dna...sono UOMINI.



Nessun commento:

Posta un commento