lunedì 24 settembre 2012

SORRIDERE

Adoro il riflesso incondizionato per cui ogni volta che uno dei miei figli sorride mi vengono le lacrime agli occhi. Mi succedeva con Tommi e ora con Maria. E' un'emozione indescrivibile che riassume tutti i sentimenti di una madre:il senso di protezione, la voglia di gioire per i propri figli, la facilita' a commuoversi per nulla, il bisogno di vedere i propri bambini felici.

E' vero, un po' mi sono "rincoglionita" ma ne vado fiera! So che sono molte le mamme che condividono con me questo pensiero quindi, per una volta tanto, niente sarcasmo solo pura emozione.

Io sono felice! Sono felice di essere mamma, della complicità che si è creata nella mia famiglia, del fatto che mio figlio ogni mattina mi chieda di mettere la "Budi" (Maria è stata soprannominata Budina dalla mia amica Laura e direi che le si addice moltissimo quindi dagli amici cari è chiamata La Budi!) nel lettone per poterla far ridere, perchè lui si sente davvero il fratellone maggiore per eccellenza!
Nonostante la stanchezza, l'addormentarsi alle 10 davanti alla TV o nella vasca da bagno (quando un bagno riesco a concedermelo), nonostante i 10 chili in più che chissà quando smaltirò, nonostante la rottura di issare la carrozzina più pesante del mondo tutti i giorni per 5 scalini perchè qui col cavolo che ti mettono una pedana, nonostante le macchie di sporco sui vestiti, le occhiaie, la faccia slavata anche se sono stata 2 mesi al mare, e tanti altri NONOSTANTE che adesso non mi sovvengono....io sono felice!
Felice di commuovermi per delle sciocchezze, di emozionarmi perchè oggi per la prima volta mio figlio dorme all'asilo e sono più agitata io di lui, di riscoprire la faccina di Maria che sorride ogni volta che si sveglia o di vederla gridare perchè ha perso il ciuccio; felice di ritrovare mio marito la sera e di godere di quell'attimo magico in cui ci rendiamo conto CHE I BAMBINI SONO ANDATI A LETTO!
Felice di andare a controllare due camerette e non più una sola e di vedere quei pupattoli che dormono, russano, si rigirano; che tengono accanto i loro pupazzotti o le loro macchinine;che profumano di quell'odore che solo tu riconosci.
Felice di avere di nuovo la casa invasa da tappetini gioco, palestrine, carillon, sonagli rumorosi, lasciando stare le centinaia di macchinine su cui puntualmente inciampo! Perchè qui abbiamo un parco macchine che spazia da Finn Mc Missile ai più particolareggiati modellini di qualsiasi marca!
Felice di avere poco tempo per tutto, persino di scrivere. Ma è ok così! Loro in questo momento vengono prima di tutto e non mi vergogno a dirlo!

Nessun commento:

Posta un commento