mercoledì 20 giugno 2012

LA NANNA NEL LETTONE

Io non sono mai riuscita a far dormire Tommi nel lettone! Il primo mese è stato in culla al mio fianco, ma mai sarei riuscita a chiudere occhio con lui nel letto.....e meno male! A parte l'ansia di spiaccicarlo al primo movimento (io non credo al famoso istinto naturale della mamma che mai e poi mai schiaccerebbe il suo bambino.....ha come un radar interno che le dice esattamente dove si trova il pupo? Un GPS che le invia le coordinate di tutto ciò che si trova nel letto, in modo da non fare danni?) trovo che ognuno debba continuare ad avere la propria privacy, specialmente mamma e papà. In più io sono stata abituata ad amare il buio, la stanza silenziosa e fresca, la solitudine notturna - chiaramente ho sposato un uomo che russa, fa rumore quando viene a letto, mi si abbarbica addosso anche se ci sono 100°, parla nel sonno e  spesso grida....insomma il mio ideale! - ed ho voluto aiutare Tommi ad apprezzare le stesse cose. Infatti lui pretende di essere solo nella sua cameretta, al buio (al massimo la lucina azzurra dell'Angel Care), con la porta chiusa e appena accenni a voler fare una coccola pre-nanna ti dice subito: VAI NEL TUO LETTINO. Ho creato un mostro! Non è mai successo che si alzasse per venire nel nostro letto; finchè non gli è stato concesso di alzarsi dal letto da solo (pochi mesi fa) non è mai uscito dalla sua stanza fino al mattino. Magari stava sveglio a "giuggiolare", chiacchierando tra sé e sé ma senza mai protestare! Voglio precisare che fino ai 9 mesi è stato un demonio! Sveglio 20 volte per notte, pianti, capricci, urla.....finchè non ho capito che mi stava prenedendo per i fondelli e ho agito di conseguenza! Devo dire che questa presa di posizione ha aiutato me ma soprattutto lui che ha acquisito un rituale di nanna meraviglioso e adesso apprezza tantissimo starsene nel suo lettino e godere del riposo notturno.
Adesso sta crescendo quindi inizia ad esser più autonomo e indisciplinato: scende dal letto adducendo la scusa della pipì per poter stare ancora un po' alzato, la mattina si sveglia presto sempre con la scusa di dover andare in bagno, ma viene rimesso a letto fino ad un orario consono per cominciare la giornata! Insomma, sta crescendo e va benissimo così. A parte il fatto che si sveglia tardi le mattine in cui io sono sveglia dalle 7,00 causa pancia e si sveglia presto le mattine in cui io dormirei fino alle 9,00! Ma tanto si sa, è così!
Comunque questa immagine trovata su internet mi ha fatto pensare.

E' così forte la necessità di tenere il pupo accanto a sé la notte da dover inventare un aggeggio del genere? Ma poi come lo si abitua a stare da solo? Forse non lo si fa, forse le nuovi correnti di pensiero trovano che sia meglio tenere i figli nel lettone fino ad una certa età. Ma poi come li si disabitua?
Io credo che tutto quello che si abituano a fare il primo anno di vita sia una specie di "imprinting" per la vita futura. Un bambino che impara ad addormentarsi attaccato alla mamma, sentendo i ruomori dei genitori tutta notte, non avrà più difficoltà in seguito, quando verrà messo in una cameretta, da solo, al buio, in silenzio? Magari sono solo fisime mie e i bambini è giusto che stiano appiccicati a mamma e papà per parecchio tempo prima di acquistae una certa indipendenza......insomma, penso che il giusto stia in mezzo, com sempre....ma io mio figlio nel lettone non riuscirei a metterlo!

Belly, è una culla realizzata da Pam Baby




Nessun commento:

Posta un commento