mercoledì 16 maggio 2012

PICCOLA POLEMICA SUGLI UOMINI!



Concedetemi una piccola polemica ora, dato che mi sono trattenuta per tanti giorni e non ho pubblicato posto anti uomini…..
Una persona che mi è molto vicina (tipo mio marito!) gioca sempre a LUI E’ PEGGIO DI ME!
Cioè, se io gli dico: Amore però sono 5 ore che sei al telefono, non è che potresti dedicare 3 minuti a tuo figlio prima che vada a letto? R: Ma come, se anche tu sei sempre al telefono? Il che significa che lui paragona la mia telefonata di 5 minuti, con una mia amica in lacrime appena mollata dal fidanzato che ho dovuto silurare alla velocità della luce perché Tommi doveva fare la cacca e suo padre era troppo occupato a condividere via telefono e SKYPE filmati di idioti che dicono cose idiote con un idiota di suo amico, alla sua.
Oppure dico: Amore è il quinto rutto della serata…capisco che la pasta all’olio sia un po’pesante per il tuo delicato stomaco ma potresti trattenerti? R: Ma come? Se hai ruttato tutto il giorno? Il che significa che il mio soffocato ruttino digestivo post citrosodina, coca cola e bicarbonato, dopo aver mangiato il suo sformato di peperoni fritto nel burro, non digerito perché la bambina dentro di me ormai ha le dimensioni di cicciobello sbrodolino e ha i piedi conficcati nel mio stomaco e si diverte a ricalciarmi in gola ogni boccone ingurgitato, sono la stessa cosa.
Oppure chiedo: Amore, è la festa di compleanno delle mie due migliori amiche, non è che dopo aver fatto il bagno a Tommi, avergli dato da magiare, aver preparato in una siringa l’antibiotico che deve prendere, aver lasciato giù la tapparella di camera sua, il pigiama sul letto, lo spray per lavargli il naso in bagno, aver programmato i cartoni, preparato la camomilla, messo il riduttore del water sul cesso, preparato lo spazzolino con su il dentifricio….posso correre dalle mie amiche per aiutarle a preparare la festa? R: Si…..(ma poi ti fa sentire come se fossi uscita per 8 sere di seguito fino alle 3 del mattino!). Il che significa che le sue continue serate di uscite con gli amici senza nemmeno passare da casa e senza nemmeno telefonare sono uguali alla mia!
Questi sono solo 3 piccoli esempi…ma mi chiedo: quando noi mamme avremo gli stessi diritti dei papà? Quando non sarà più un sacrilegio una mezzora di indipendenza e di cacchi propri? Quando i padri capiranno che, se non vogliono avere una donna in tuta e ciabatte, sciatta, stanca e lamentosa ma una Pamela Anderson de casa propria, dovrebbero magari ogni tanto rimboccarsi le maniche pure loro? Quando si renderanno conto di tutto quello che facciamo? Di come mandiamo avanti casa/lavoro e figlio/i? Mah……forse mai.

2 commenti:

  1. In parte è una guerra persa in partenza, in parte mi sa che il tuo assomiglia un pó tanto a Peter Pan...chi ha già 2 figli mi ha detto:"cambiano quando tornate a casa col secondo". Non devi far altro che aspettare a questo punto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che hanno detto anche a me! A questo punto....speriamo!

      Elimina