venerdì 4 maggio 2012

SAFARI PARK E GIOSTRE

Lo scorso week end, quello lungo comprendente ponte del 25 Aprile e 1° Maggio, abbiamo "villeggiato" al Lago d'Orta, dove ormai siamo soliti andare. Lì tutto regge finchè il tempo rimane soleggiato, ma nell'ultimo periodo non sono state molte le occasioni di riposarsi al sole lasciando scorrazzare il pupo in giardino. Venerdì e sabato scorsi abbiamo goduto del bel tempo ma Domenica siamo ripiombati nell'oscurità: nuovole basse e cupe, cielo grigio, pioggia a litri! Se già Milano tende ad essere triste con il brutto tempo, figuratevi il piccolo laghetto piemontese!
Per goderci però ancora lo stare insieme, ecco la geniale alternativa: tutti a Varallo Pombia allo Zoo Safari! Io lo conosco come le mie tasche ma Tommi non aveva mai avuto il piacere, quindi, armati di ombrelli e stivali di gomma ecco dirigerci verso l'allegrissimo Parco dei divertimenti.
Tralascerò la tristezza provata nel vedere tutti quegli animali ammassati e bagnati fradici, la pena per il leone che ti guarda come se fossi tu un'attrazione e non la sua maestosità, ormai persa.
Insomma, davanti a tutti questi animali Tommi è rimasto affascinato da.....LA MAPPA! Esattamente la mappa del parco con segnati i vari "divertimenti". 



Mamma adesso dove siamo?
Dagli erbivori...guarda che grande quel rinoceronte......
Si va bene ma adesso?
Amore ancora dagli erbivori....guarda guarda la giraffa....
Ok ma quando arrivano i leoni?
Sono alla prossima recinzione....

....e papà sfreccia superando il trenino del Parco, un Pajero gigantesco, schiva un emù allucinato, fa i fari alla gazzella perchè si sposti e non contento si mette a urlare dal finestrino con il dito medio alzato.....manco a Milano alle 9 del mattino sui Bastioni di Porta Venezia in coda al semaforo in una giornata di pioggia.

Mamma dove siamo?
Guarda stiamo entrando dai leoni.....ops, Edo uno struzzo sta correndo nella recinzione.....porco Giuda ora lo sbranano
(solo a questo punto l'attenzione di Tommi si distoglie dalla mappa)
Mamma adesso i leoni cosa fanno?
Non so, stiamo a vedere....se passa anche quel cancello è finito. Diventa CIAPPI per i felini....

ma ecco sopraggiungere il guardiano che, armato di bastone di circa 2 mt invita lo struzzo a tornare nella sua recinzione. Io tiro un sospiro di sollievo, i miei due uomini invece sono delusissimi. Si aspettavano già di assistere al pasto del leone, tipo documentario del National Geographic, ma non hanno capito che quel leone nemmeno si sarebbe accorto della presenza dello struzzo, tanto imbottito di tranquillanti e di cibo!

Finito il tour degli animali, che dura circa 7 minuti se guida mio marito, che si "ingarella" anche con il bue muschiato, tutti pronti per ritornare a casa quando Tommi avvista le GIOSTE, terrore di tutti i genitori! Dato lo scarso interesse da lui dimostrato verso gli animali (ma questo già lo sapevo.....delusione bestiale per me che sono convinta animalista e amante maniacale dei cani) decidiamo di accontenarlo con un giretto sul bruco mela.....che diventano 3 giri (unici sulla giostra Edo e Tommi e un "giostraio" a metà tra l'incazzato e l'ubriaco), seguiti dalla meravigliosa attrazione del Re Leone....fatta almeno 4 volte! Mio marito barcollante, io strafatta dalle risate, Tommi estasiato!


Per chi fosse interessato: http://www.safaripark.it/

Non contenti della ridente mattinata, il pomeriggio ci dirigiamo alla zona Centri commerciali che in provincia non manca mai! Io adoro! Starei le ore, mentre mio marito mette il turbo scansando a gomitate gli altri avventori e sbuffando ad ogni mia pausa (non vi dico cosa è andare all'Ikea con lui....). Devo cercare le zanzariere! Eccoci al centro Bricolage, situato di fianco al BILLA.
E cosa c'è nel mezzo? Una giostra!



Tommi impazzisce, non gli sembra vero.Papà accetta di accompagnarlo mentre io svoglo la mia ricerca. Al mio ritorno eccomi di fronte ad un meraviglioso siparietto:
Tommi sul camioncino dei pompieri, chiuso nel gabbiotto, e dietro di lui, attaccato alla scala antincendio, un simpatico bambino di circa 8 anni (ma non è un po' grande per le giostrine??) che, attaccato alla sirena  e alla campanella, stordisce mio figlio a tal punto che Tommi addirittura si cerca di ribellare, cosa che con gli altri bambini non fa mai! Insomma dopo 5 minuti di sirene assordanti e din-don nelle orecchie, Tommi decide di cambiare postazione, con somma delusione dell'amichetto. Problemi di biglietti non ce ne sono: se ci fosse stato l'abbonamento annuale papà l'avrebbe comprato, ma si è accontentato di 10 giri....!
Tommi si adagia sul pulcino gigante e parte la più bella canzone che io abbia mai sentito
CIAPA LA GALLINA COCCODE'
CIAPA LA GALLINA


Io ormai immobilizzata dal riso e dell'incontineza tipica della gravidanza che non ti permette di superare una certa soglia di allegria altrimenti te la fai addosso, mi giro e vedo mio marito "sbalordito" dalla canzone accennare qualche passo di danza. A quel punto, cedo e mi dirigo in macchina. Tommi mi raggiunge canticchiando CIAPA LA GALLINA...impagabile!
Vale la pena una visita solo per sentire la canzone!

Nessun commento:

Posta un commento