martedì 8 maggio 2012

BABALIBRI


Emanuela mi ha consigliato Babalibri: non posso che fidarmi di lei quando mi dice che con questi riesce a tenere a bada i suoi due pargoletti! “Sono libri semplici, brevi, giusto il tempo della storia prima della nanna”.

Quindi oggi, causa scarlattina, puntata veloce alla Feltrinelli a fare incetta di libri. Tommi ha scelto 2 episodi della Pimpa che puntava da mesi e io ho aggiunto

“Mangerei volentieri un bambino” – Sylviane Donnio, Dorotheé de Monfreid - Babalibri.


Tutte le mattine mamma Coccodrillo porta ad Achille delle buone banane per colazione e ogni mattina si rallegra: “Come sei grande, figlio mio, come sei bello e che denti forti che hai!” Ma una mattina Achille rifiuta le banane. Vuole mangiare un bambino. I suoi genitori si preoccupano e cercano di fargli cambiare idea offrendogli salsicce grandi come camion e persino una torta di cioccolato. Niente da fare. Achille vuole mangiare un bambino. Chi riuscirà a levargli questa idea dalla testa? Forse proprio un bambino…

Lo abbiamo letto una volta in libreria e abbiamo riso come pazzi per 5 minuti! Comprato!
CHE FATICA LASCIARE MAMMA E PAPA'
Zeb parte per il campo estivo. Vuole dimostrare a tutti di essere grande ma sa che gli mancheranno i baci di mamma e papà. «Non ti preoccupare, sappiamo come fare», gli dicono i genitori. E così preparano un’abbondante scorta di baci. A Zeb, quando si sentirà triste, basterà aprire la scatola e prendere un fogliettino con su i baci di mamma e papà. La scorta di baci consolerà non solo Zeb ma anche molti suoi compagni di viaggio.



CACCAPUPU’

C’era una volta un piccolo coniglio che sapeva dire solo una cosa: Caccapupù! Da mattina a sera, da sera a mattina: Caccapupù! A tutte le domande rispondeva: Caccapupù. A questa storia manca solo un lupo. E allora, eccolo là: Caccapupù!



SONO IO IL PIU’ FORTE!
Un lupo si aggira trionfante nel bosco per raccogliere i consensi dei suoi nemici-amici. Ma l'incontro con un minuscolo draghetto lo spiazzerà in un finale esilarante.

CHE RABBIA! (da quel che mi ha detto Tommi lo leggono all’asilo!)

Roberto ha passato una bruttissima giornata. Ah! Che rabbia! Ma quando questa si materializza…

Nessun commento:

Posta un commento