venerdì 9 marzo 2012

SERATA TRA UOMINI (SOLO CHE C'ERO ANCHE IO)

Ieri sera ho avuto il grandissimo privilegio di essere il 4° partecipante di una cena tra maschietti.
Dopo un goliardico aperitivo dove si sono scolati 3 spritz e due bottiglie di lambrusco ho capito che la serata avrebbe regalato e che mi sarei dovuta appuntare tutto perchè è raro avere la possibilità di studiare così  da vicino il comportamento della specie animale Uomo, in particolare quando è in branco. Chiaramente il meglio è avvenuto a cena. Io ero spettatrice muta di uno spettacolino fatto di battute volgarissime e doppi sensi alla Bombolo (tra l'altro uno dei loro attori preferiti assieme a Lino Banfi, Pierino alias Alvaro Vitali e Tomas Milian). Come dicevo, per non dimenticare nulla, dato che con la gravidanza tendo a perdere la memoria, mi sono addirittura segnata le battute fatte perchè nemmeno con la più fervida immaginazione riuscirei a riconcepirle. Ci vuole proprio la mente di un uomo!
Cercherò comunque di eliminare le parolacce (tra l'altro ho contato che in un discorso medio di circa 150 parole, 123 sono insulti, che i miei commensali però chiamano "modi di dire" o "modi di intercalare") per non ferire i più sensibili o i deboli di cuore.

La prima perla di saggezza che mi viene snocciolata è un proverbio a me sconosciuto ma, a detta dei miei amici ,noto ai più. La discussione verteva sul fisico delle ragazze (STRANOOOO!), cioè se fosse meglio una donna soda ma un po' in carne pittosto che una magra ma diciamo vuota, molliccia.....

"Ma vaaaa, io preferisco quella un po' in carne...vuoi mettere? Dare all'altra uno schiaffo sul sedere sarebbe come tirare un sasso in uno stagno fermo da anni".

Ora, a  parte l'allegoria che trovo a dir poco geniale perchè devo dire che in effetti l'autore ha reso perfettamente l'idea....ma come cacchio si fa a pensare una cosa del genere? Come fa a venire in mente a una persona sana un concetto così? In fondo in fondo adoro la creatività un po' grezza ma molto efficace degli uomini......

La serata continua con uno dei commensali che mostra le immagini della "tipa" che sta frequentando ultimamamente e che noi amici non abbiamo ancora avuto il piacere di conoscere. Uno dei 3 se ne esce con:
"Oh Amata, ma hai visto? Questa è bellissima, è quasi f.ga quanto te........anzi no scusa (Ah volevo ben dire, pensavo nella mia testolina), è mooolto più fi.a di te".
Grazie, sempre veramente gentilissimi.
E continua
"Oh, mi mandi la foto che me la metto sul desktop?"
"Ma scusa, veramente sarebbe la mia ragazza....ma poi come ti viene in mente di metterla sul desktop, guarda che sei malato"
"Ellalà che egoista, cosa te ne frega se me la guardo un po'? Mica dico che è la mia....."

In silenzio finisco la mia pizza, annotando sul cellulare tutte le memorabili frasi che vengono dette.

Cotinuano a passarsi i telefonini per vedere fotografie di moto, macchine e donne (tra l'altro incavolati neri perchè non va internet e non possono scaricare l'ultimo scherzo fatto dalle Iene a Cesare Ragazzi o la scena di Fantozzi dove Calboni è il capocordata ) quando appare l'immagine di una ragazza in perizoma, immortalata da dietro, mentre sorregge una bandiera. Ammetto, il lato B è notevole, lei è completamente nuda, a parte un coriandolo tra le natiche, davanti all'obiettivo ed è un po' girata di lato in modo da non lasciare all'immaginazione nemmeno il seno. Uno dei tre maschietti la guarda e dice "Bè, da quello che si intravede del viso di profilo, il naso e la bocca, sembrerebbe davvero una maial..a"
MA VA???? Ti serviva guardare il viso per capirlo, vero???

Pizza, 3 amici, essere trattata come un maschio: non ha prezzo!

Grazie a Raffi, Piè e Edo per la magnifica serata!

1 commento:

  1. Che dire........serate cosî non hanno prezzo.....veramente....amici e chiaccherate un po' futili spesso servono come l'aria....... :)

    RispondiElimina