martedì 28 febbraio 2012

ANCHE QUESTA E' ARTE


Cosa fai quando nel pieno dell'estate, al mare, ti dicono che il bambino ha le afte in bocca e non può prendere il sole?? La prima idea è "MI SPARO, che cosa gli faccio fare tutto il giorno?". Già ti immaginavi spaparanzata sul lettino in spiaggia, birretta in mano, Vanity Fair, olio solare e con i nonni che fanno avanti e indietro con secchielli colmi d'acqua, formine a tartaruga (quelle impossibili a farsi perchè almeno una delle 4 zampette non riesce mai), piscinette gonfiabili......
Invece NO. Come in città di devi ingegnare. La mattina alle giostre, dove farebbero prima a darti la possibilità di pagare con assegno o carta di credito dato che un giro costa 5 euro (che poi ti conviene comprare il carnet di 15 giri con cui "risparmi" 75 Centesimi ed hai in regalo anche il braccialettino); il pomeriggio? MIRACOLO: al parco vicino casa fanno corsi di pittura. SALVI! Ho buttato via 5 o 6 magliette e 3 paia di pantaloni (e non solo di mio figlio), ho pregato in cinese le insegnanti che mi dessero un colore un po' più vivace del nero, marrone e blu notte (ho guadagnato un grigio....perla però), ho lavato centinaia di pennelli, ho cambiato migliaia di fogli sul cavalletto (si, perchè dopo la prima pennellata il piccolo artista pensava di aver già dipinto un Caravaggio) ma almeno abbiamo passato il tempo in modo creativo e intelligente! Una volta tanto!

Nessun commento:

Posta un commento