martedì 24 gennaio 2012

UOMINI E PADRI 3

-IL BAGNETTO

Per non parlare di quando i papà hanno la carineria di dire: FACCIO IO IL BAGNO AL MIO PICCOLOTTO STASERA. Tu gioisci dentro ma senza farlo vedere, se no gli dai troppa soddisfazione. Noi madri siamo sadiche! Tu solitamente impieghi dai 10 agli 11 minuti per il bagnetto, comprese le scene del NON VOGLIO FARLO, l’immersione dei giochi che deve essere fatta non in gruppo ma pupazzetto per pupazzetto, gli schizzi (da cui tu prontamente ti ripari con un asciugamano, le scene per uscire NON VOGLIO, ANCORA UN  POCHINO, GUARDO CHE L’ACQUA SCENDA DAL BUCO-chiaramente senza usare i congiuntivi esatti!).

Il papà ci mette almeno 23 minuti: chiacchiera, lo spoglia un pezzo alla volta invece che praticamente strappargli i vestiti di dosso. Fa il verso per ogni pupazzetto che entra nell’acqua, accende lo scaldino anche se sembra già di essere in Indonesia, immerge il bambino, gioca, parla. Poi al’improvviso le urla (del papà): BASTA SCHIZZARE; GUARDA COME MI HAI RIDOTTO, NO, NON TIRARE LA SPUGNA. NON BATTERE I PIEDI COSI’ FORTE. O CAVOLO IL BAGNO E’ ALLAGATO. ASPETTA, HAI TUTTO LO SHAMPOO NEGLI OCCHI. ASPETTA FATTI ALMENO LAVARE I PIEDI. Tutti e due strillano e strepitano e tu, serafica aspetti,con il riso ormai scotto nel piatto, la carne rinsecchita e le verdure congelate,che il piccolo torni mezzo vestito, mezzo bagnato e mezzo piagnucoloso da te! Dopo di lui arriva il papà: fradicio anche lui (non sa la tecnica dell’asciugamano per ripararsi dagli schizzi!), isterico (non sa che bisogna seguire i ritmi del bambino e  più gli si dice di non fare una cosa più lui la farà), rosso in faccia dal caldo di quella specie di sauna che aveva creato. Poi mentre tu fai fare la pappa al piccolino, il papà si gode il meritato riposo, stravaccato davanti al computer. Chiaramente il bagno è un campo di battaglia: la vasca è sporca, il tappetino antiscivolo ancora ben ancorato al fondo del bagno, i pupazzetti sparsi qua e là (anche in posti davvero improbabili), l’asciugamano accartocciato sul pavimento (nemmeno fossimo in Hotel, e anche lì non è cosa carina da fare), il phon ancora attaccato alla presa elettrica!

In fondo ti rincuori pensando che ci vuole pratica in tutto. Un papà non potrà mai fare le cose come una mamma ma credo che i “due bambini” alla fine si divertano molto insieme! Sta a noi mamme evitare di guardare per non continuare a fare notare cosa stanno facendo di sbagliato!

Nessun commento:

Posta un commento